Quanto i like possono considerarsi moneta?

Quello in cui viviamo è un mondo sempre più condizionato dalla rete, non solo da un punto di vista politico e sociale ma anche economico.

Ecco che, se molta dell’attenzione delle persone (dei consumatori) è rivolta al mondo dei social, questi diventano il paradigma di una nuova economia, virtuale sì ma che ha reali ripercussioni nell’economia quotidiana. Un’economia in cui visualizzazioni e interazioni sono una forma di valuta parallela, e vanno a costituire un vero e proprio capitale.

In questo mondo parallelo, regno degli influencer, i like diventano la rappresentazione oggettiva del gradimento, quantificabile in valuta reale. Un’analogia, questa talmente simmetrica, da spingere molte persone e aziende a falsificare i like, o almeno a provare a farlo, tramite bot e falsi profili.

In ogni caso, visualizzazioni e interazioni (purché reali) sono molto importanti per un’azienda davvero orientata al cliente: permettono di capire cosa sta funzionando e cosa necessita di un aggiustamento di tiro, in maniera più precisa di qualsiasi indagine di mercato, e rappresentano pertanto una preziosa risorsa da gestire con oculatezza.